Blog

LA NOSTRA CANTINA – Lista dei vini – Ristorante Gli Attortellati (GR)

LA NOSTRA CANTINA – Lista dei vini – Ristorante Gli Attortellati (GR)

CREARE UNA CANTINA È UNA DELLE COSE PIÙ DIVERTENTI CHE MI SIA MAI CAPITATO DI FARE.

E CREARLA IN MAREMMA CONTRIBUISCE AL DIVERTIMENTO.

Sono Nicola, sommelier AIS e caposala del ristorante Gli Attortellati.

É incredibile la percezione che abbiamo del tempo. Ho la sensazione di essere sommelier da sempre, invece lo sono solo da pochi anni. Forse perché in questo pugno di mesi la cantina degli Attortellati ha fatto enormi miglioramenti. La nuova carta dei vini che presento per il 2015 è davvero stuzzicante: ho tante nuove proposte, e tutte di livello.
Innanzitutto una selezione di vini bianchi d’Italia: classici come il Fiano d’Avellino, o gli impeccabili must dell’Alto Adige e del Friuli, ma anche rarità come l’Albarola dalla Liguria, oppure il Timorasso dal Piemonte. Ho cercato etichette che fossero ricche di personalità: vini bianchi che potessero competere con la nostra cucina.
Ho visitato in lungo e largo la costa dell’alta Maremma, territorio ancora in evoluzione, sospeso fra mare, campagna, turismo, enologia di alto livello…un luogo ricco di fascino. Ho scelto due delle aziende storiche di Bolgheri, diversissime fra loro ma entrambe fra le realtà più affidabili nel tempo: Grattamacco e Michele Satta. E poi Ca’Marcanda, la proprietà bolgherese della famiglia Gaja, i vignaioli che decenni fa rivoluzionarono il Barbaresco e l’idea stessa di vino di qualità in Italia. A Bolgheri confermano la loro aspirazione a creare vini ‘perfetti’.
Poi tante altre novità da praticamente tutte le aree toscane, che so, dalla costa i rossi di Frank & Serafico, coppia di vignaioli giovani ed incredibilmente dinamici, poi il Rosso di Montalcino impeccabile di Poggio di Sotto, i vini concentrati, muscolosi eppure vellutati di Gualdo del Re da Suvereto, il Chianti classico “come una volta” di Castellare di Castellina…
E se non vi basta mai, sibariti che non siete altro, da quest’inverno vi propongo anche una piccola cantina storica: per ora un tris di bottiglie di Brunello di Montalcino Col d’Orcia, 2001, 1999, 1991, poi, quando la nuova cantina d’invecchiamento sarà pronta, chissà, ci sarà da sbizzarrirsi…
Se non doveste essere ancora sazi, ho arricchito anche il carrello dei liquori e dei distillati. Dall’Amiata arrivano i liquori di Lombardo & Visconti, un microscopico laboratorio che produce bottiglie molto particolari: un amarissimo amaro privo di zucchero, e un liquore di verbena, la risposta senese al limoncello. E dal resto del mondo, invece, arrivano distillati di ogni tipo, comprese un pugno di bottiglie rare e molto invecchiate.
Signori: non so più che farvi. Buon appetito, e alla salute.lista dei vini nico2

LA NOSTRA CANTINA – Lista dei vini – Ristorante Gli Attortellati (GR)